II Div: Il Clandestino MV Impianti chiude in bellezza

Un ultimo match da incorniciare, che fotografa perfettamente quella che è stata l’annata sportiva del Clandestino MV Impianti: un 3-2 sudatissimo, ma più che mai meritato contro Pallavolo Ferrara. 

Una gara difficile fra 3° e 4° il classifica, divise tra loro solamente da un punto, da giocare tutta d’un fiato per non concedere nulla all’avversario. Per Il Clandestino MV Impianti valeva l’aggancio alla Pallavolo Ferrara e quindi la chiusura di campionato sul terzo gradino del podio, a coronare un campionato stupefacente, iniziato bene e proseguito in crescendo, in cui la mission era solo quella di far giocare le giovani ex under 18 e mettere in cascina un po’ di esperienza di gioco.  

Inizio complicato per le padrone di casa, complice anche il tifo più che mai accorato della parte ospite, che fin dalla prima azione e per buona parte dell’incontro, ha contestato le decisioni del direttore di gara.

Tensione sempre alta sia in campo che fuori dunque e anche tra le due panchine, squadre che non si sono risparmiate nessun colpo.

Pallavolo Ferrara gioca bene e riesce a fare punto con le diagonali degli schiacciatori, poi sul finire dell’incontro, solo con i centrali. Per la Ferrariola grande difesa in ogni parte del campo e incisività al servizio.

La partita rimane equilibrata fino al 5° set (25-18/23-25/25-22/23/25) momento in cui al cambio di campo (8-7 per le padrone di casa) la Ferrariola sferra i colpi decisivi, poi un paio di errori avversari di troppo danno la possibilità di allungare al Clandestino MV e di vincere l’ultimo decisivo set 15 -11.

Una vittoria di carattere, fortemente voluta dalla truppa di coach Scanavacca, senza cali di tensione, con qualche sbavatura, ma assolutamente meritata. Sul fronte opposto Pallavolo Ferrara ha dimostrato nuovamente di essere squadra ben preparata e ben piazzata in campo, nonostante questo ha commesso qualche errore di troppo nei momenti decisivi dell’incontro, con una difesa e una ricezione non sempre all’altezza; piccoli errori che in un match sempre tirato le sono stati fatali. 

Le ragazze del Clandestino MV Impianti sono state più che mai grandi, durante l’anno hanno lavorato duramente senza lamentarsi mai, con costanza, seguendo le indicazioni del coach, e hanno fatto spogliatoio anche nei momenti difficili – che in un campionato simile non sono davvero mancati. La grande capacità di ciascuna delle ragazze del gruppo è stata quella di mettersi  a disposizione della squadra senza mai protestare, anche la panchina è stata determinante con il proprio incoraggiamento e la propria voglia di lottare.

Il Clandestino MV Impianti chiude con un ruolino di marcia invidiabile: 22 partite giocate, 16 vittorie e solo 6 sconfitte; in casa hanno concesso solo un incontro ad Argenta, squadra nettamente superiore che ha guadagnato la promozione con diverse giornate d’anticipo, alla quale le ragazze della Ferrariola hanno strappato un set, mettendo peraltro le avversarie in seria difficoltà.

In casa Il Clandestino MV Impianti (esclusa Argenta) non ha mai perso un incontro, dimostrando che la solidità di questo gruppo è importante, che il lavoro paga e che nello sport non esiste nulla di impossibile, basta volerlo e lavorare.

Un grande plauso a tutte le ragazze e un arrivederci al prossimo anno, sempre “senza paura!”

Il Clandestino MV Impianti – Pallavolo Ferrara 3-2

(25-18, 23-25, 25-22, 23-25, 15-11)

 

 

 

Lascia un Commento

Your email address will not be published.


*


Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Esprimendo il consenso accetti l'utilizzo dei cookie in conformità alla nostra politica sui cookie.